6 settembre 2012 § Lascia un commento

TWAGO, te lo disegno, o lo capisci?

Magnesio mi manchi, vitamina D pure tu.

21 novembre 2011 § Lascia un commento

E’ da ieri che sento un tremolio nell’occhio, chiamiamola stanchezza, chiamiamola carenza di magnesio.

 

La padrona di casa ha detto ‘tennico’.

 

A me sembra tanto un misto tra persico e tennis.

 

Le riprese continuano, ieri nella palestra ho deciso di provare tutti gli attrezzi e oggi i miei muscoli hanno cominciato la protesta. Ieri ho mangiato come un porco ad una cena vegan organizzata da amici. Il soffitto era troppo alto. Stamattina potevo dormire di più, ho mangiato un muffin. Dovrei comprarmi delle calze calde. Domani attaccano la lavatrice. Oggi vado alla biennale.

 

Dormo ma sono sempre stanca.

Clonie palpebrali.. Azione!

 

 

 

 

 

 

 

A breve una mia foto versione spok.

Parecchie nozioni senza fonte.

9 ottobre 2011 § Lascia un commento

 

(Carlotta, non ti nascondere tra le tue superchiome)

Evvai, hanno fatto pure quella che volevo io. Hai visto? Che fortuna fanciulla.
Dovrei fare una frittata per cena ma senza usarne la metafora perchè ci sono persone che non sanno quel che dicono e mettono pure troppa farcitura – ed io –  in effetti, ho tre uova. Queste sono cose per pochi. E queste trasmissioni televisive di sottofondo allora? Questi dialettismi scadenti ed allarmanti? Questi umorismi al limite delle stalattiti? Questo mortificarsi nel grembo dell’idiozia? Non temete – siamo già abbastanza stupidi dall’origine della nostra razza ed impegnarci molto nell’intento di far finta di aver perduto in un tuffo al mare i lobi frontali, per fare gli spiritosoni di turno, è una perdita di tempo. E se è vero quello che ho letto in un quadretto appeso nella sala d’aspetto del mio dentista – cioè – che un pò di tempo lo perdiamo, un pò passa e un pò va via per negligenza.. Niente volevo citare il mio dentista e poi Seneca, con le sue dubbie questioni temporali.

Un saluto sincero a tutte le casalinghe africane.

Co2

7 ottobre 2011 § Lascia un commento

Dopo la demenza senile di Margherita Hack, l’autismo mirabolante di Jovanotti, la ripresa di Wikipedia, le merendine genuine che realizzano i mestieri degli infanti, gli assorbenti di polistirolo e nitrato di sodio, la permalosità di mia nonna, le visite anonime e senza traccia di questo blog, la noia, la pica, i tram dritti in faccia, il gelato sciolto con la cannuccia, la macchina dal meccanico, le spie del televisore, il rumore del gatto che sgranocchia il Pasto, la cena che devo continuare a preparare.

Reclam

7 ottobre 2011 § 10 commenti

Il quasicristallo al nobel, è morto Steve Jobs e io non ho nemmeno un Mac per compiangerlo come si deve, è arrivato il vento e destreggiarmi tra strisce pedonali e mezzi di trasporto è la parte meno proficua della giornata – ma – sono solo le 13:33. Il basso versante tirrenico è una di quelle composizioni letterali che penso rimarrà per sempre nella mia testa, un pò come “prendi la cornetta, mondialcasa ti aspetta” oppure i recapiti telefonici più famosi d’Italia come “848 800 800″ – ” 051 80 60″. Anni e anni di pubblicità del dopo pranzo, della trasmissione più gettonata dalle casalinghe medie, le liti da telecomando per me, l’ennesima puntata da non perdere per mia madre. E chi allora, non conosce a memoria tutte le varie offerte che a rotazione semestrali comparivano sovrimpressione, in quello straccio rapido di oggetti mercificati in modo subdolo, volontariamente energico ed estremamente estenuante nel suo decibel. Trapunte o biciclette con il cambio shimano, pentole dal fondo alto ben un centimetro e ammicanti carezze ai materassi.. L’universo dei consigli per gli acquisti, detta alla Maurizio Costanzo (Show).

Ma ora ci sono i canali fatti apposta per perder tempo a vedere una serie di prodotti presentati al pubblico per ore e ore – e ore. Una serie di inutili strumenti, dal piegacose per piegare indumenti alla penna rasoio mostrata in una serie di atti al limite della decenza, cito amabilmente l’oggetto che con l’ausilio della forma lineare viene introdotto nella narice per eliminarne i peli. Ma abbiamo anche le panche miracolose, gli addominali scolpiti e ancora pillole, pilloline e Jill Cooper con i suoi esercizi dal labile confine tendente all’addestramento militare. E poi le reclam del mondo culinario, telie fatte di asfalto e zinco con ANTIaderenza che permette di cucinare senza malmenare il cibo dopo la cottura, e come dimenticare i coltelli che tagliano gli anfibi e l’ananasso lanciato e con un colpo di coltello degno di uno Shaolin.

Baffo, ritorna ad urlarci i tuoi consigli.

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Che palle su .