86

19 gennaio 2015 § Lascia un commento

Vertiginoso.

Come quel parco, con le piante fatte di velluto e di verde insaturo, che sembrava assenzio ma non ne siamo sicuri.

C’era la vista spiazzante senza il freddo che ti aspetteresti a gennaio. il bar chiuso senza un’insegna, o forse era talmente insulsa da non rientrare nemmeno tra i miei ricordi. Ho pensato tutto il giorno a quante volte sarai passato lì. Il numero esatto. Migliaia, forse. Le strade con gli incroci pericolosi da paesino. La festa del paese. I fiori nuovi e quel portachiavi con il basso senza corde che non rende giustizia. Tutti che parlano in quel modo, io quasi non so dove mi trovo, e tra la folla mi è sembrato di vederti, ma forse era solo l’ombra pesante di quella giornata e di quell’incontro a mezz’aria, alle quattro meno venti.

Vertiginoso.

Annunci

Gomiti.

7 gennaio 2015 § Lascia un commento

Ho un po’ di paura, forse tanta.

Sta per finire qualcosa e ho paura dell’inizio. Ma non è una cosa orribile, per carità, no.

Però è come quando hai l’ultimo tiro vincente a disposizione e ti tremano le mani. Ho paura di chiudere male il cerchio. Sto, quindi, tremando. Non sto male, che si dica insomma. Ho solo paura dei cambiamenti, perché ho sempre paura quando ci penso in anticipo. Quando le cose succedono poi, succedono e basta.

Noto tutto questo dal momento che le mie unghie hanno ripreso a non crescere, perché le sto perennemente divorando.

Finirò tutta questa lunga fase della mia vita almeno con i gomiti.

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per gennaio, 2015 su .