Duttilità.

29 gennaio 2012 § Lascia un commento

Dai brevi istanti dell’ennesima sconfitta.

 

Il continuo riversarsi dell’acqua negli oceani, il mio sentirmi nella fossa delle marianne, sinapsi esageratamente simultanee.

 

 

Abbracciare nuvole e masticare zucchero filato,

 

 

 

 

 

Che succede?

 

Come quella canzone triste, ma bella.

28 gennaio 2012 § Lascia un commento

Che poi un pò si sente freddo,

un pò ti rubavano le penne a scuola,

un pò ci si sente in imbarazzo,

un pò si crede ancora a cose da pazzi,

un pò si tira il tempo per la coda,

un pò non andartene adesso,

un pò è meglio,

un pò vorrei parlare ma ho dimenticato metà vocabolario guardando il vuoto,

un pò si stringe il cuore nei letti più piccoli, quando si torna a casa.

E quando si ritorna non si capisce mai quanto sia giusto lanciare il cuore in un letto troppo grande,

per poi perderlo e sentire le urla di tutti i giorni, il viavai di gente, i piatti da lavare, gli esami da preparare, il bagno da asciugare, i ritratti da terminare.

Farti domande per non perdere quota, sentirmi una cogliona mentre apro le carte a ventaglio per rimanere ore a fissarle.

 

Mi dispiace, mi dispiace ogni volta che non capisco dove mi trovo, ogni volta che mi chiedo dove dovrei trovarmi; come se guardandomi le mani trovassi la risposta.

.

17 gennaio 2012 § 2 commenti

Un’altra settimana qui.

 

 

 

Bene.

16 gennaio 2012 § 2 commenti

 

14 gennaio 2012 § Lascia un commento

14 gennaio 2012 § Lascia un commento

Party distruttivi(?).

 

13 gennaio 2012 § Lascia un commento

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per gennaio, 2012 su .